Gabanelli al vetriolo contro il ministro. Ma Salvini la smonta in un attimo: colpita e affondata!

Articolo al vetriolo comparso oggi, mercoledì 13 marzo, sulle pagine de il Corriere della Sera, scritto da Milena Gabanelli contro il ministro degli interni, Matteo Salvini.

Secondo la giornalista, “sembra proprio che dal giorno del suo insediamento fino a fine febbraio 2019, sia stato presente al Viminale sì e no una decina di giorni al mese (a luglio e ottobre), calando fino a cinque in dicembre”.

Dunque, le cifre snocciolate da openpolis.it, secondo cui la presenza di Salvini in Parlamento per le votazioni sarebbe dell’1,73%, ovvero 57 su 3286. In verità tutto piuttosto normale, per un ministro dell’Interno.

Non a caso, Salvini risulta essere stato in missione nel 97,75% delle occasioni. Circostanza che la Gabanelli banalizza, bollando il leghista nei fatti come un assenteista.

Ma ad un’accusa di questa portata non poteva di certo mancare la risposta di Salvini: “Vado al ministero… sto seduto sulla seggiola per dodici ore consecutive, così poi mando un post al Corriere. Sto lì, faccio il pisolino, così sono contenti”.

Così il vicepremier della Lega a margine delle celebrazioni per l’anniversario dalla morte di Leonardo Da Vinci. Gabanelli colpita e affondata.

A volte, prima di accusare, basterebbe informarsi meglio! No?

Fonte: Libero

Foto credit: lecronachelucane