Fare figli con un leghista si può? Si apre un dibattito surreale tra i radical chic.

Incredibile quello che si dice in giro. Fare figli con un leghista è la nuova discussone che arriva dai radica chic.

Polverone alzato da una lettrice. Dopo aver commentato una testata internazionale per l’attesa di un figlio da un compagno che segue le idee politiche di Salvini.

E’ bastato poco per innescare una discussione a riguardo. I radical chic ne hanno fatto subito una polemica.

Leggiamo Il Giornale:

“Il mio compagno e io stiamo insieme da sei anni.  Il suo pensiero è povero, pieno di luoghi comuni e disinformazione. Sono terrorizzata. Non si informa, non legge i giornali, ma pretende di giudicare! Aspettiamo un figlio e sono preoccupata all’idea di doverlo crescere con un papà becero”.

Ricapitolando: la lettrice ha paura ad avere un figlio dal compagno perché questo parla e pensa come Matteo Salvini. Teme, pertanto, che il pargolo possa crescere male se tirato su da “un papà becero”. La lettera non è stata cestinata.

Non solo è stata pubblicata, ma il direttore di Internazionale ha pure dato corda alle “paure” della donna. “Seminare l’odio e la discordia è, da sempre, uno dei modi per mantenere il potere e per controllare popoli e paesi – scrive De Mauro – divide et impera: politici come Matteo Salvini devono il loro successo a questa strategia.

Wow, quanta importanza. Ed è quella che danno gli estremisti di sinistra che ora il problema se lo pongono per davvero.

Fonte: ilgiornale

Foto: termometropolitico