L’annuncio del governatore: c’è l’intesa tra governo e Regioni. Cosa cambia rispetto al reddito di cittadinanza.

Arriva l’intesa ed ad annunciarlo è il governatore della Liguria, Giovanni Toti. Si tratta dell’accordo tra Regioni e governo sul reddito di cittadinanza.

Ecco quanto ha riferito il governatore: “Stiamo inoltrando al ministro al Lavoro e allo Sviluppo economico, Luigi Di Maio, un testo su cui c’è l’accordo di tutte le Regioni che recepisce lo scambio ultimo di idee che abbiamo avuto con lui questo pomeriggio”.

E poi: “le Regioni dovranno dare un’intesa forte da condividere con il governo, circa l’ingresso dei cosiddetti navigator, il ruolo degli stessi come supporto all’assistenza tecnica dei centri per l’impiego, le risorse che si libereranno dal numero decrescente dei navigator individuato fino a 3.000”.

In sostanza, saranno individuate “ulteriori risorse da utilizzare nelle politiche attive del lavoro anche in questa fase transitoria”.

Ed aggiunge: “Riteniamo che in questa fase le strutture delle Regioni saranno in grado di assorbire e di utilizzare al meglio come struttura tecnica un numero fino a tremila navigator; altrimenti, ci sarebbe stato un problema non solamente di natura prettamente tecnico logistica (dove alloggiarli, le attrezzature da dare, il ruolo di assistenza tecnica rispetto a quelle di front desk che già svolgono i dipendenti dei centri per l’impiego).

Riteniamo che sia una proporzione più appropriata rispetto al numero di 6.000 di partenza. Poi in fase definitiva quando le Regioni faranno i concorsi e verrà assunto in via definitiva il personale dei Centri per l’impiego a supporto della riforma, il personale tornerà a salire”.

Speriamo in bene!

Fonte: Il Giornale

Foto credit: iltempo