Distrutta rete che trafficava migranti. Salvini micidiale nei loro confronti. La sua reazione è una bomba.

Il blitz realizzato oggi dalla polizia di Torino ha smantellato una organizzazione criminale dedita al favoreggiamento dell’immigrazione clandestina e a diverse attività illecite.

Prestazione abusiva di servizi di pagamento, contraffazione di documenti di identità e traffico di stupefacenti sono le restanti cose.

Un traffico di essere umani gestito da 11 persone, quasi tutti di origine somala, si occupava degli arrivi sulle isole italiane, della loro falsa documentazione, del loro alloggio e assistenza.

In una nota la Questura ha reso noto di aver decapitato “un’associazione a delinquere transnazionale in grado di gestire gli stranieri giunti illegalmente in Italia, dal loro approdo sul territorio nazionale (principalmente in Sicilia e Sardegna) fino al loro definitivo spostamento verso le mete del Nord Europa, garantendo, se necessario, sistemazione alloggiativa temporanea e la fornitura di documenti contraffatti o falsi”.

L’indagine è durata 3 anni, ma l’arresto degli undici immigrati è un risultato piuttosto soddisfacente. Pare che i migranti consideravano l’ex villaggio olimpico come un porto franco dove poter nascondere clandestini e droga.

“25 indagati (quasi tutti somali), 11 arrestati e 5 ricercati: è il bilancio dell’operazione di Polizia che ha smantellato una organizzazione che gestiva l’immigrazione clandestina. La centrale operativa era l’ex Moi di Torino, occupato da immigrati dal 2015. Un’area che, dopo anni di incertezze, abbiamo iniziato a sgomberare: la libereremo completamente nei prossimi mesi. È l’ennesima prova che l’immigrazione irregolare è un business che va stroncato. Grazie alle Forze dell’Ordine, dalle parole ai fatti!”, tuona Salvini.

Fonte: Libero

Foto credit: MilanoPost