Arrestati per aver eretto una Croce. “Offende i Migranti.” Assurdo!

Altro che giustizia. I migranti ora decidono cosa può offenderli o meno.

Accade in Grecia e di preciso sull’isola di Lesbo, nota per ospitare tutti i migranti che arrivano dal mare.

Leggiamo su Occhi della Guerra:

La “guerra della croce” per la piccola isola dell’Egeo va avanti da mesi. Ma adesso ha raggiunto livelli di guardia ed è il segnale che qualcosa sta davvero cambiando nella mentalità delle autorità greche, che da tempo sta cercando di modificare la cultura del Paese per spostarla verso una sorta di “ateismo” di Stato.

Una miscela molto particolare costruita in base alle leggi, ma che nasconde una realtà ben diversa, che è soprattutto il simbolo del politicamente corretto imperante in questi anni nel Paese, ma in generale in Europa.

La polizia di Mitilene ha infatti deciso di arrestare 33 persone sospettate di aver costruito una croce di metallo. L’hanno prima costruita nel cantiere navale dell’isola, utilizzando i vecchi alberi di barche non più utilizzate.

Il segnale che qualcosa sta cambiando è ormai confermato. La direzione politica e religiosa sono tutta proiettata verso il benessere dei migranti.

Se loro stanno bene allora l’Europa va meglio. Non per tutti però…

Fonte: occhidellaguerra

Foto:  interris