La verità è che il Vaticano teme Salvini e la sua vittoria alle Europee.

I timori non sono pochi. E non sbaglia il Vaticano a credere che Salvini possa vincere alle Europee.

Non è di certo un segreto che molti del vaticano non amano la linea politica di Matteo Salvini. Oltre al non piacere entra anche il fattore timore. Ma timore di cosa?

Leggiamo Il Giornale:

È noto come dalle parti di piazza San Pietro più di qualcuno non sia soddisfatto della linea portata avanti su alcuni punti dal leader del Carroccio. Non si contano i vescovi che in questi mesi hanno criticato la “chiusura dei porti”.

Per quanto lo stesso Matteo Salvini sia ormai divenuto un punto di riferimento per molti cattolici. Il massimo comun divisore – anche questo si sa – è la distanza tra le parti sulla gestione dei fenomeni migratori.

Ora, poi, è comparso pure un altro tema distanziante: la cosiddetta “riapertura delle case chiuse”, che potrebbe passare dalla proposta di legge di un senatore leghista, Gianfranco Rufa. Le gerarchie ecclesiastiche, come tutti gli attori in campo, sono soliti leggere i sondaggi.

La risposta dei sondaggi è quella che ancora di più fanno crescere la paura tra le mura Vaticane. Se il popolo italiano conferma la sua preferenza per Salvini un motivo ci sarà.

E su questo punto dovrebbero interrogarsi in molti. Compreso il Vaticano stesso.

Fonte: ilgiornale

Foto: antoniosocci