Spese pazze per il governo Conte: 23mila euro ai rom e tante altre spese folli. Italiani furiosi.

Governo di razzisti? Macchè, pare che sia piuttosto attento verso rom e minoranze.

L’esecutivo italiano, infatti, ha autorizzato una spesa pari a 23.500 euro per l’evento «Rom, sinti. Un monumento alla memoria rimossa». E per garantire ai partecipanti della «Piattaforma nazionale Rom» il dialogo e il confronto, sono stati acquistati i biglietti treno per un totale di 2.129 euro.

Inutile dire che la notizia ha subito suscitato clamore tra gli italiani, che non si spiegano tanta generosità a dispetto della situazione ancora difficile per loro.

E’ stata controllata, inoltre, la lista della spesa della famiglia gialloverde e sono subito saltati all’occhio i 10.340 euro di cialde ordinate. A Conte piacciono solo quelle originali.

Per «fornitura arredi per ufficio», lo scorso mese è stata stanziata la somma di 78mila euro. E poi ci sono le 100 sedie «semidirezionali» e le 50 da ospiti, per un totale di 16.320 euro.

Non stupiscono i 60.990 euro spesi per potenziare la wifi. D’altra parte nessun altro governo è stato tanto connesso prima d’ora.

La tecnologia a Palazzo Chigi è davvero fondamentale, basti pensare agli ultimi 100 pc acquistati, che sono costati ben 44.266 euro. Poi la richiesta di 2 Macbook pro da 15 pollici, 1 Ipad pro retina, 2 Macbook air per 7.775 euro.

Il governo Conte non sottovaluta la salute, così 881 euro sono stati accantonati per un aspiratore chirurgico mentre 21.681 euro per un ecocardiografo portatile.

Le spese riportate da IlGionale sono davvero tante e varie: vini per la flotta aere (1482 euro), zerbini (2925 euro) e bandiere (90 per il costo di 9.405 euro)

E’ tutto così necessario? Si chiedono gli italiani.

A voi la risposta.

Fonte: IlGiornale

Foto credit: tiscali