Immigrati, il blitz di destra: stracciato il Global Compact. Italia libera dal patto così.

Ebbene si, il governo non sottoscriverà il Global Compact.

Di cosa si tratta? Un documento che le Nazioni Unite vorrebbero imporre a tutti i Paesi dell’Occidente affinchè riconoscano il diritto a emigrare sempre e comunque, senza alcuna condizione.

La mozione presentata da Fratelli d’Italia, appoggiata anche da Forza Italia, potrebbe rappresentare la svolta definitiva.

Il “Global Compact” ha la pretesa di garantire uguali diritti a tutti gli immigrati, anche a quelli economici che entrano illegalmente nel nostro Paese.

Dunque, se l’Italia avesse accettato, non ci sarebbe alcuna differenza tra chi fugge dalla guerra e chi no. Dopo l’assenza di un rappresentante italiano alla conferenza di Marrakech organizzata per far firmare il documento agli stati membri, il Parlamento italiano ha fatto un passo in più.

Da qui la gioia espressa da Giorgia Meloni: “Finalmente ce l’abbiamo fatta non ci sarà alcuna invasione in Italia. L’immigrazione non sarà mai un diritto fondamentale”.

La mozione è stata approvato con 112 voti a favore, contro i 102 contrari e l’astensione di 262 deputati.

Tra i Cinque stelle ci sono stati diversi dissensi, cavalcati dal Pd che ha chiesto al premier di andare in Aula a riferire: “È grave che non sia la maggioranza a decidere su una questione così rilevante per la politica estera del Paese”, hanno lamentato da LeU.

Intanto, però, il presidente dei senatori di FdI ha annunciato:

“Ora chiediamo il blocco navale davanti alle coste della Libia, l’unica misura di bloccare gli sbarchi e il traffico umano degli scafisti”.

Fonte: IlGiornale

Foto credit: IlGiornale