Migranti. L’ultima grande truffa. Ospiti fantasma e nel giro di soli 6 mesi ottenevano la residenza.

Gli uomini della Polizia locale di Marigliano hanno scoperto un giro di falsi domicili destinati ad immigrati.

Il tutto era gestito e organizzato da cinque persone del posto. Questi soggetti avevano fatto richiesta per ospitare in casa diversi migranti di diversa nazionalità, che però erano in realtà ospiti fantasma.

I cittadini stranieri, infatti, non sarebbero mai arrivati nelle abitazioni e nemmeno a Marigliano. Grazie a questo strategemma, gli extracomunitari ottenevano il domicilio, e in poco tempo, 6 mesi circa, potevano avere facilmente la residenza per poi sparire.

A far partire le indagini, che hanno portato a questa scoperta, sono state le tantissime richieste per ospitare immigrati in casa pervenute al Comune, che hanno fatto insospettire il comandante dei vigili urbani Emiliano Nacar, che perciò ha deciso di indagare più a fondo sulla vicenda.

Gli agenti hanno quindi compiuto una serie di ispezioni negli appartamenti di alcuni cittadini di Marigliano che avevano offerto ospitalità ai migranti e hanno potuto constatare che nelle loro case non c’era nessun extracomunitario: essi avevano solo finto di accoglierli.

Questi extracomunitari provengono per la maggior parte dall’India, dal Bangladesh e dall’Ucraina. Dopo i controlli, è scattata la denuncia con l’accusa di favoreggiamento all’immigrazione clandestina.

Le indagini in corso dovranno chiarire innanzitutto chi è responsabile di trovare i clandestini e soprattutto quali siano i vantaggi per l’ospitalità.

Il sospetto è che dietro tutto questo ci siano delle agenzie pro migranti e famiglie italiane pronte ad ospitarli, in cambio di una grossa somma di denaro.

Fonte: Il Giornale

Foto credit: giornalesm