Il nuovo libro di Renzi? Salvini lo umilia clamorosamente così. Piddino k.o.

Era un pò che non si sentiva parlare dell’ex premier Matteo Renzi e forse il motivo risiedeva nell’uscita del suo libro.

Com’è noto, ormai, il piddino ha approfittato della conferenza stampa indetta per la presentazione… per rivolgere pesanti accuse all’attuale ministro degli Interni.

Tuttavia, il leader della Lega si è detto disposto a leggere il libro del suo rivale in politica, a patto che lo riceva gratis.

“Se leggerò il libro di Renzi che esce oggi? Se me lo regalano lo leggo ma non ci spendo un euro, ha tuonato.

Ed ecco, invece, qualche stralcio di accusa partito dall’ex segretario del Pd:

“In questi giorni continuo a pensare alla storia di Manuel. Uno dei più bravi nuotatori italiani, si allena nel centro sportivo della nazionale.(…). Ha fatto bene il ministro Salvini ad andare a trovarlo, è giusto che le Istituzioni stiano vicine a persone come Manuel. Ma la risposta dello Stato non può essere solo quella”.

E poi ha aggiunto: “La gestione della droga, il controllo del territorio a Ostia, queste bande di ragazzi che si contendono la piazza: su queste ci vuole la mano dura. Se fossimo stati al Governo noi, la Lega avrebbe già chiesto le dimissioni di mezzo Governo. Se ci fosse stato di mezzo un immigrato, oggi il tema sarebbe costantemente rilanciato dai social vicini alla Lega”.

E ancora: “Bisogna riprendersi il controllo di Ostia. Bisogna combattere la droga e chi la gestisce. Bisogna essere seri e uniti. Questa non è roba da post su facebook, questa non è roba da polemica di parte. Matteo Salvini non è un influencer, è il Ministro dell’Interno. Io non chiedo che si dimetta da Ministro dell’Interno dopo una sparatoria, come facevano loro con noi. Al contrario: chiedo che si ricordi di fare il Ministro dell’Interno, almeno nei ritagli di tempo. Tutti contro la droga, tutti contro chi spara e contro le pistole facili, tutti per Manuel e con Manuel. Tutti, insieme, stavolta”.

La posizione di Salvini è chiara: le parole, gli scritti e i pensieri di Renzi non sono proprio oggetto di particolare interesse per lui.

Dunque, è possibile anche che non arrivi alcuna replica. Salvini continua per la sua strada.

Fonte: IlGiornale

Foto credit: Corriere