“Sono solo inca**ato perché punto all’eccellenza.” Così Ultimo infuocato di rabbia parla ai giornalisti.

La classifica finale di Sanremo è stata sul tavolo delle polemiche tutta la notte. E non solo per gli spettatori ma anche per i cantanti.

A parlare chiaramente e senza anelli sulla lingua è stato il secondo classificato, Ultimo.

Leggiamo Il Giornale:

E Ultimo, presentandosi alla sala stampa, si è mostrato davvero alterato, gli occhi infuocati, la rabbia che grondava da ogni aggettivo. “Voi siete così perché avete una settimana di gloria – ha detto ai giornalisti – e mi attaccate gratuitamente.

Ma io non ho bisogno di alcun velo, non mi sento ipocrita. Non sono incazzato, sono soltanto amereggiato perché io punto all’eccellenza e non alla normalità”.

Insomma, la vera, esuberante delusione di un artista che per mesi è stato considerato il vincitore in pectore del Festival. La pressione si paga. E, come si dice, quasi sempre si entra in Conclave da Papa e poi se ne esce da cardinale.

Anche Salvini avrebbe preferito Ultimo come vincitore e così si infuocano tutti gli animi sui social. Ora ne nasce un problema di origini? Mahmood a quel punto ha inevitabilmente precisato di essere nato in Italia.

Fonte: ilgiornale

Foto: blitzquotidiano