“Sarebbe pericoloso”, il ministro grillino si schiera dalla parte di Salvini. E parla addirittura … svolta storica.

Nella vicenda del caso Diciotti” interviene il ministro delle Salute, Giulia Grillo e si schiera apertamente dalla parte di Salvini.

Ecco quanto ha dichiarato la grillina: “A mio avviso è un precedente molto pericoloso, perché metterebbe in dubbio la possibilità di chiunque, pure la mia, all’interno del governo, di potere agire nel mandato popolare, prima di parlamentare e poi di governo e, soprattutto, all’interno di un programma noto a tutti, che è quello scritto nel contratto di governo”.

E poi continua: “Non credo che sia assolutamente uno spartiacque. Questo è un voto importante perché è un precedente storico.

Non era mai accaduto che un ministro fosse messo sotto accusa, contro la pubblica accusa. Nel caso specifico la pubblica accusa aveva persino chiesto l’archiviazione per un’azione che era evidente che fosse politica”.

La Grillo, quindi, è dell’idea che “da questo punto di vista si tratti veramente non tanto di una svolta del governo, ma di una svolta storica, cioè capire qual è il confine tra la possibilità di processare qualcuno e la possibilità di far quello che devi fare se hai ricevuto un mandato politico per farlo. La cosa è molto delicata, secondo me”.

Ora c’è da capire come si comporteranno i 5 Stelle. Daranno o meno l’autorizzazione a procedere contro il vicepremier leghista?

E il loro voto creerà una spaccatura all’interno del governo e del partito stesso? Secondo voi?

Fonte: Il Giornale

Foto credit: vistanet