L’Italia è il paese con meno residenti italiani e più stranieri. I dati shock. Le conseguenze del buonismo.

La fotografia da shock. È una Italia con sempre meno residenti, italiani in diminuzione e stranieri in aumento. Una Italia dove sono di più quelli che espatriano rispetto a chi ritorna nel proprio paese.

Sono i dati riportati dall’ultimo report dell’Istat sugli “Indicatori Demografici”. Dati allarmanti e su cui bisognerebbe riflettere.

Per il quarto anno consecutivo, segnala l’Istat, cala la popolazione in Italia: al primo gennaio è pari a 60 milioni 391mila, oltre 90mila in meno sull’anno precedente (-1,5 per mille).

I cittadini italiani scendono a 55 milioni e 157mila (-3,3 per mille), mentre gli stranieri residenti sono 5 milioni 234mila (+17,4 per mille) e rappresentano l’8,7% della popolazione.

Anni ed anni in cui gli italiani non sono stati al centro degli interessi politici dei governi, ma prima c’erano gli immigrati e gli inteessi delle associazioni ed Ong buoniste.

Quando questo si verifica, c’è bisogno di un cambiamento, di un cambio di rotta. E per questo che gli italiani hanno puntato su un governo che rimettesse al giusto posto le priorità.

Prima gli italiani. La pacchia è finita!

Fonte: Il Messaggero

Foto credit: intoscana