Non è una fake news. L’inserzione fa il giro del web ed esplode la polemica: “Schiavista”. Cosa è successo.

Non è la solita bufala, anche se in molti sul web hanno immediatamente pensato che si trattasse di uno scherzo: barista per meno di tre euro l’ora a Bari.

Ma subito dopo si scopre che era vero, verissimo. A postarlo su Facebook il titolare di un locale che cercavano una “barista dinamica”.

Insomma una persona che avrebbe dovuto lavorare 14 ore (dalle 4 alle 18, orario continuato) gestendolo da sola: “deve sentirsi responsabile e titolare, considerate le ore può stare tranquillamente seduta quando non c’è nessuno, il giorno di riposo è la domenica, così il sabato potete andare a ballare”.

L’annuncio, ripreso dalle grandi testate – Repubblica, Gazzetta del Mezzogiorno – ha fatto il giro della rete con tutta la sua certo non facilmente digeribile ironia.

Perché un calcolo spiega che questo impiego da 1000 euro al mese impone 42 ore settimanali di lavoro (14 al giorno, come detto) ed è comprensibile come, sempre sul web, l’inserzionista si sia sentito dare dello “schiavista” soprattutto dai giovani alle prese con le mille difficoltà oggi imposte dalla mancanza di lavoro.

Poi il gestore ha cercato di giustificarsi così: “I giorni di riposo possono essere due se c’è necessità e sull’orario continuato “ci si può venire incontro”.

Sbalorditivo è dire poco!

Fonte: Il Giornale

Foto credit: lercio