“Ong? Gente che non vuole lavorare”. Esperto americano disintegra Gino Strada: dettagli bomba.

Edward Luttwak non usa mai giri di parole e non lo ha fatto nemmeno questa volta.

A La Zanzara, trasmissione in onda su Radio 24, parla di Ong, immigrazione e dell’ultimo scottante caso della Sea Watch 3.

Il politologo americano è partito subito in quarta contro le organizzazioni non governative: “Ong? È gente che non vuole andare a lavorare e che pensa che sia noioso stare in un ufficio o in una banca. Poi queste persone entrano in una Ong e fanno quello che vogliono. Talvolta salvano qualcuno, altre volte no, altre volte ancora vanno a spasso o a mangiare pesce in trattoria”.

E nel mirino di Luttwak ci finisce immediatamente il fondatore di Emergency Gino Strada, il quale nell’ultimo periodo si è molto accanito contro il ministro Salvini:

“In Italia ci sono persone che sono in estrema povertà, in estremo disagio e in estremo pericolo, ma Strada non è mai andato da loro. È andato in Afghanistan. Se tu vai a Palmi o a Canicattì o a Voghera, la stampa non ti segue, devi andare in Afghanistan perché in Calabria non è chic. Fanno i protagonisti. Come mai non esiste un Gino Strada inglese o francese o americano? Perché in questi Paesi la terza volta che parli abbronzato in televisione sotto le luci ti dicono: Vai a lavorare, guadagna e paga le tasse. Lo puoi fare tre volte non di più”.

Ma il fiume in piena americano travolge anche gli intellettuali italiani che si schierano a favore degli immigrati:

“Ci sono 15 milioni di persone solo in Africa occidentale e sono smaniose di arrivare qui. Se questi intellettuali vogliono fare qualcosa, facciano un partito per convincere i loro concittadini che l’Italia deve far parte dell’Africa. Oppure con l’Alitalia nazionalizzata organizzino un ponte aereo per portare qui milioni di persone”.

Foto credit: Riscattonazionale

Fonte: Libero