L’annuncio di Conte: disponibilità di 5 Paesi Ue ad accogliere migranti. Salvini: “è quello che volevamo”.

Il premier Giuseppe Conte ha dato l’annuncio dell’uscita dall’impasse: Germania, Francia, Portogallo, Romania e Malta pronti a prendere una quota degli ospitì della Sea Watch.

«L’Italiavive adesso un ennesimo caso emergenziale che denuncia l’incapacità di gestire con meccanismi condivisi questo fenomeno sul quale l’Europa rischia di implodere.

Colgo l’occasione per manifestare un ringraziamento ai Paesi amici che hanno dato disponibilità nella prospettiva di una redistribuzione» dei migranti«.

La disponibilità è arrivata da Macron »(che ha però tenuto a sottolineare «il principio dello sbarco nel porto più vicino, cioè l’Italia»), dunque, ma non dallo Stato di bandiera della Sea Watch, l’Olanda, che ha ribadito: «non siamo obbligati» ad accettare il trasferimento dei migranti.

Salvini esulta: «era il nostro obiettivo. Fino a ieri l’Europa se ne fregava; guarda caso nelle scorse ore la Commissione europea ha cominciato a muoversi, la Germania ha offerto disponibilità. Vuole dire che la nostra linea paga». La linea è quella del «porti chiusi».

Ora che anche la Corte di Strasburgo ha dato esito sfavorevole, le speranze della Sea Watch sono naufragate. Mentre la prefettura ha disposto proprio oggi l’invio di un bagno chimico.
E non ha accolto la richiesta di ordinare all’Italia lo sbarco dei migranti.

Ora si fa sul serio.

Fonte: Il Messaggero

Foto credit: panorama