“Salvini? No dimissioni. Lo voglio MORTO”. Così scrive lei. Ma il vicepremier arriva con la replica ko.

Se non c’è limite al peggio, con questa ultima uscita si è superato di parecchio il ragionevole giudizio. Siamo addirittura ad augurare la morte.

È quello che c’è scritto nel tweet choc di Isabella Zani, sindacalista della Cgil e fondatrice del sindacato traduttori editoriali del sindacato.

Si innesca così l’ennesima polemica. Ecco cosa scrive: «Non voglio che si dimetta. Non voglio che perda l’incarico. Non voglio che finisca in galera.IO LO VOGLIO MORTO».

Ovviamente il destinatario dell’«augurio» è il ministro dell’Interno Matteo Salvini, da sempre mirino della sinistra buonista e radical chic.

Insulti, minacce a lui e ai suoi figli. Ora perfino la morte. Una politica spietata che raggiunge i suoi massimi storici.

Ma all’ennesima uscita poco felice, non poteva di certo mancare la risposta di Salvini che ha replicato a stretto giro, sempre via Twitter: «La signora Zani, fondatrice del sindacato traduttori editoriali nella Cgil, scrive che mi vuole MORTO. Chiamate un medico per questa tizia! E poi il cattivo sarei io…».

Il «cinguettio» della Zani, ha fatto il giro del web. Innumerevoli i messaggi di solidarietà al titolare del Viminale da parte dei suoi followers.

Questo dimostra che gli italiani hanno le idee ben chiare.

Fonte: Il Giornale

Foto credit: ilprimatonazionale