“Voglio vedere Salvini morto.” Choc quello che arriva sul conto del vicepremier.

Parole. Minacce e altro ancora sta arrivando sulla “pelle” del ministro. La sua risposta? “Non MOLLO”

Il leghista non teme le pesanti parole pubblicate ovunque. La sua linea politica va avanti ed è appoggiata dai suoi elettori.

Leggiamo Il Giornale:

E così è anche per la signora Isabella Zani. La donna, infatti, fondatrice del sindacato traduttori editoriali nella Cgil, sui social ha dato libero sfogo alla sua immaginazione e ha augurato la morte a Salvini.

“Non voglio che si dimetta – scrive -. Non voglio che perda l’incarico. Non voglio che finisca in galera. IO LO VOGLIO MORTO”.

Parole non troppo carine, che il ministro dell’interno ha subito voluto commentare: “La ‘signora’ Zani, fondatrice del sindacato traduttori editoriali nella Cgil, scrive che mi vuole ‘MORTO’. Chiamate un medico per questa tizia! E poi il cattivo sarei io…”.

Che dire, la situazione sta sfuggendo di mano. Non c’è alcun bisogno di commentare quanto si sta pubblicando sui social. Senza paura. Senza pudore. Si augura la morte di una persona.

E poi si lamentano dei porti chiusi e accusano Salvini di morte?

Fonte: ilgiornale

Foto: blastingnews