I cibi scaduti dovevano essere venduti. Imprenditore minacciava così i dipendenti.

Salerno. Uomo, noto imprenditore di supermercati, è stato arrestato perché minacciava i suoi dipendenti.

I cibi scaduti dovevano essere venduti alla clientela. Ma la storia è ormai finita. L’uomo è stato arrestato dalla Guardia di Finanza.

Leggiamo Il Giornale:

A Salerno, in Campania, è stata avviata un’indagine da parte della Guardia di Finanza che ha portato, questa mattina, all’arresto di un uomo di 70 con l’accusa di estorsione ai danni dei propri dipendenti e commercio di prodotti scaduti.

Secondo le ricostruzioni degli agenti, l’uomo, che gestiva ben 10 supermercati nell’hinterland di Salerno, aveva creato un vero e proprio clima di terrore trai suoi dipendenti, che subivano continue minacce di licenziamento, pressioni e intimidazioni di ogni tipo.

Il titolare e gestore salernitano, infatti, costringeva i dipendenti a vendere ai clienti dei supermercati alimenti scaduti e non più adatti alla vendita, come frutta ed ortaggi marci, pasta con le blatte all’interno o carne ormai annerita, che doveva essere mischiata con degli additivi.

Minacce gravi ai dipendenti. Vivevano in una sorta di schiavitù, spesso anche costretti a sottoscrivere permessi e ferie non godute.

Fonte: ilgiornale

Foto: TRIPADVISOR