Di Battista torna in Italia. La prima cosa che fa? Corre da Fazio e insulta Salvini: “Ecco cosa deve fare”.

Alessandro Di Battista è rientrato in Italia. Come prima cosa da fare ovviamente sceglie di fare quella più ovvia. Attaccare Matteo Salvini.

Dove? Nel salotto di Fabio Fazio a Che Tempo inizia parlando del suo “programma” politico. Sulla Tav va subito all’attacco: “Credo che qualcuno si sia già steccato qualche tangente.

E se non si fa, dovrà restituire qualche tangente a chi l’ha pagata. Oggi la tangente si chiama consulenza”.

Poi parla di immigrazione e spiega la sua posizione su quanto sta succedendo nel Mediterraneo: “Salverei le persone e le porterei a Marsiglia: finché non si creerà un incidente diplomatico con la Francia, non si risolverà nulla”.

E da qui parte l’attacco alla Lega di Salvini: “Cosa devono fare? La Lega restituisca i 49 milioni di euro”.

Per poi concludere parlando del ruolo delle Ong: “È necessario “valutare” se la presenza delle navi delle Ong nel Mediterraneo “non favorisca l’aumento dei gommoni che partono e i morti in mare. I morti in mare a 30-40 km dalle coste libiche sono responsabilità italiana?”.

Un affondo non da poco quello dell’ex parlamentare pentastellato che di fatto è il braccio destro di Di Maio.

Come si comporterà l’alleato di Salvini ora che il suo braccio destro è tornato in patria?

Fonte: Il Giornale

Foto credit: palermotoday