Papa Francesco a gamba tesa contro Salvini: cosa fa per i migranti supera la Boldrini.

La linea dura di Matteo Salvini in tema di immigrazione continua a essere disapprovata dalla Chiesa.

O meglio, dalla parte rappresentata da Papa Francesco, il quale ha pubblicato il volume Luci sulle strade della speranza, che contiene una serie di sue lezioni sui migranti, rifiugiati e sulla tratta di essere umani.

La linea intrapresa dalla Santa Sede si intuisce già nella prefazione:

“Spostarsi e stabilirsi altrove con la speranza di trovare una vita migliore per se stessi e le loro famiglia è questo il desiderio profondo che ha mosso milioni di migranti nel corso dei secoli”.

Poi Papa Bergoglio rilancia il parallelismo tra Gesù e i migranti:

“Gli esodi drammatici dei rifugiati” sono “un’esperienza che Gesù Cristo stesso provò, assieme ai suoi genitori, all’inizio della propria vita terrena, quando dovettero fuggire in Egitto per salvarsi dalla furia omicidia di Erode”.

Questa volta il riferimento alla politica attuale non è esplicito, ma le posizioni lo sono davvero molto:

“Il viaggio dei migranti non è sempre un’esperienza felice. Basti pensare ai terribili viaggi delle vittime della tratta. Anche in questo caso, però, non mancano le possibilità di riscatto, come accadde per il piccolo Giuseppe, figlio di Giacobbe, venduto come schiavo dai fratelli gelosi, il quale in Egitto, divenne un fiduciario del Faraone”.

E poi aggiunge: “Come la storia umana, la storia della salvezza è stata segnata da itineranze di diverso genere, migrazioni, esili, fughe, esodi, tutte comunque motivate dalla speranza di un futuro migliore altove. E anche quando l’itineranza è stata indotta con intenzioni criminali, come nel caso della tratta, non bisogna lasciarsi rubare la speranza di liberazione e di riscatto”.

Fonte: Libero

Foto credit: Libero