Salvini ha fatto il suo dovere, ma ora la farà franca? Battisti, clamorosa indiscrezione sulla giustizia-beffa

La vicenda Cesare Battisti terrà campo ancora a lungo.
Arriva la clamorosa indiscrezione: ecco come proverà a farla franca, e c’è chi è sicuro ci sono “buone probabilità di successo”.

Salvini e il Governo hanno fatto il loro dovere.
Ma ora si metterà la giustizia di traverso?

Su Libero Quotidiano leggiamo:

Confessione sì, pentimento no. Cesare Battisti conta di uscire dal carcere di Oristano il prima possibile, riducendo dunque al minimo la pena all’ergastolo a cui è stato condannato dalla giustizia italiana. È il Messaggero a riferire la strategia difensiva del terrorista rosso riportato in Italia lunedì dopo una fuga lunga 37 anni e l’estradizione dalla Bolivia.

La difesa guidata dall’avvocato Davide Steccanella affronterà subito il primo nodo, “il cosiddetto ergastolo ostativo, quello che impedisce, ai condannati per mafia e terrorismo al carcere a vita, di accedere a qualunque beneficio previsto dall’ordinamento penitenziario”. Battisti vorrebbe poter accedere a lavoro esterno, affidamento in prova e misure alternative alla detenzione. Il rischio è che la spunti, ma tra 10 anni, perché la legge del 1991 non può avere valore retroattivo rispetto alle sue condanne risalenti a inizio anni 80. Poi il legale, scrive il Messaggero, tenterà “con buone probabilità di successo di ottenere che nel calcolo della pena di Battisti vengano computati i circa 7 anni di carcere già scontati”.

Ultima carta: il terrorista si dichiarerà disposto a collaborare con la giustizia, “per quanto i processi e le inchieste su quegli anni siano conclusi da tempo con condanne definitive e non ci siano più indagini in corso”. Tutte le istanze dovranno essere valutate dal tribunale di Sorveglianza. Resta un altro problema: “Il risarcimento alle famiglie. Battisti non ha mai pagato neppure economicamente il conto con i parenti delle vittime”.

Sarebbe l’ennesima beffa ai danni delle vittime e dei familiari delle vittime.
Di sicuro il governo si opporrà.
Voi cosa ne pensate?

Foto Credits: Qui