Sanremo, Baglioni esclude la canzone “sovranista” sui migranti e scoppia il caos assoluto. I dettagli.

Il Festival di Sanremo non è ancora iniziato, eppure i riflettori vi sono tutti puntati.

Oltre alle polemiche sollevate dalle critiche di Baglioni al governo gialloverde, anche un brano escluso dalla competizione ha fatto molto discutere.

I New Trolls hanno accusato il conduttore così:

“Scartati senza neanche una parola da parte di Baglioni. Ho portato il brano ‘Porte aperte’ alla commissione selezionatrice a Roma, lo hanno ascoltato e commentato positivamente, hanno detto che entro settembre-ottobre avrebbero fatto sapere. Nessuno ha chiamato, mai, ne ci è stato spiegato il perchè dell’esclusione.Solo quando sono stati resi noti i nomi dei partecipanti a questa edizione di Sanremo abbiamo capito di non essere stati selezionati.

Non mi sembra corretto, mi aspettavo che Baglioni ci chiamasse o almeno ci facesse chiamare. Io ho sempre rispetto verso i colleghi e ritengo che sarebbe doveroso averlo per tutti”.

Il brano parla delle paure degli italiani che devono accogliere “occhi sconosciuti”.

Dunque, per la prima volta, si analizza l’altra parte della medaglia. Ma questo non sarà piaciuto al cantautore Baglioni.

O forse è un infondato sospetto?

Fonte: IlGiornale

Foto credit: IlGiornale