Merkel tremava per la vittoria di Salvini e Le Pen. Lei annunciava la catastrofe, ma forse è la salvezza.

A cinque anni dalla sua ultima visita, Merkel torna in Grecia.

La cancelliera tedesca è tornata nel Paese dopo le forti tensioni tra le due nazioni e Merkel ne ha approfittato per un affondo ai danni dei sovranisti.

«Nonostante le divisioni io e Tsipras siamo accomunati dalla profonda convinzione che la cooperazione tra Paesi è senz’altro preferibile al nazionalismo, che così frequentemente ha condotto l’Europa alla catastrofe», ha tuonato Merkel riferendosi ai partiti sovranisti.

Accogliere i migranti è un dovere e la cancelliera lo ha dichiarato espressamente:

«Condividiamo la posizione della Grecia sulla crisi dei rifugiati, ovvero che si tratta di una questione che concerne tutti… ogni Paese deve contribuire alla soluzione di questo problema».

L’arrivo della leader tedesca ad Atene ha senz’altro rappresentato un nuovo inizio per la riappacificazione dei due Paesi e l’accordo della Merkel con la Turchia, che ha ridotto gli sbarchi in Grecia, ha certamento contribuito.

Cosa penserà ora che Salvini e Le Pen hanno vinto alle elezioni europee di qualche giorno fa?

Fonte: SecolodItalia

Foto credit: SecolodItalia