Finita la pacchia. Ora ai migranti sono stati bloccati anche i corsi di lingua italiana.

Ecco cosa hanno tagliato ai migranti e all’accoglienza. Imparare l’italiano sarà più difficile.

Altro taglio all’accoglienza. I corsi d’italiano tagliati ai migranti.

Leggiamo Il Giornale:

La posizione di Matteo Salvini è piuttosto chiara. E la parte gialla del governo se ne deve fare una ragione. Ora, dal Trentino Alto Adige arriva una decisione ancora più netta: stop ai corsi di lingua italiana per i migranti, ridimensionamento del centro informativo e di supporto per l’immigrazione e riduzione degli appartamenti destinati ai profughi.

Il giro di vite trentino sui migranti punta a un vero dimezzamento del progetto di accoglienza. Il neo governatore della Lega, Maurizio Fugatti, lo aveva annunciato già prima di Natale: “Meno assistenzialismo per i non trentini e più attenzioni per le difficoltà dei trentini”.

Ora, quelle parole diventano realtà. Uno scadenzario sulla riduzione dei servizi per i profughi che, in linea con il governo, ha già previsto anche la riduzione da 33 a 24 euro della quota giornaliera.

Decisione drastica che verrà attuata già dalle fine del mese di gennaio.

Fonte: ilgiornale

Foto: Vvox