Il sindacato dei pompieri pro-migranti denuncia Salvini. I motivi lasciano perplessi.

Salvini accumula denunce.

Questa volta arriva dall’Usb, l’Unione sindacale di base dei Vigili del fuoco, che ha indirizzato una lettera al ministro dell’Interno con una diffida a suo carico per “porto abusivo di divisa”.

Come molti sapranno, il leader della Lega è solito indossare, in alcune sue visite, indumenti di alcuni reparti di Polizia e Vigili del fuoco.

Sebbene questi due corpi dipendano dal ministero diretto da Salvini… a molti la faccenda non sta bene.

Da qui la denuncia al titolare del Viminale per via amministrativa.

L’Usb è un sindacato meticcio, cioè “contaminato dalle esperienze provenienti da altre realtà di lotta: per la casa, per l’ambiente, per i beni comuni, per i diritti uguali dei migranti.

La ragione della denuncia la spiegano loro stessi sul sito:

“chiunque, fuori dei casi previsti dall’articolo 497-ter, abusivamente porta in pubblico la divisa o i segni distintivi di un ufficio o impiego pubblico, o di un corpo politico, amministrativo o giudiziario, ovvero di una professione per la quale è richiesta una speciale abilitazione dello Stato, ovvero indossa abusivamente in pubblico l’abito ecclesiastico, è punito con la sanzione amministrativa pecuniaria da euro 154 a euro 929”.

Secondo il sindacato suddetto è vietato indossare “divise complete di gradi e mostrine che possano generare confusione e far sembrare che ci si trovi davvero davanti a un poliziotto o a un carabiniere o a un finanziere o corpi equiparati”.

Ma non manca l’affondo finale nei suoi confronti:

“Il ministro continuerà tranquillamente a fregiarsi abusivamente degli abiti dei vari corpi”.

Per molti si tratta di un appiglio per denunciare l’operato anti-migranti di Salvini.

Cosa ne pensi?

Fonte: IlGiornale

Foto credit: IlGiornale