Di Maio e Conte accolgono donne e bambini ma dietro c’è il ricatto tedesco. Cosa hanno imposto.

La questione della Sea Watch è ancora scottante poichè non si è ancora trovata soluzione.

A parte il rifiuto dell’Italia e di Malta, come sta reagendo il resto dell’Europa?

Sebbene la Ong batta bandiera tedesca, il Paese della Merkel parla di soluzione europee che la riguardano, in fin dei conti, poco o nulla.

Pare, infatti, che dietro la decisione di accogliere donne e bambini da parte dell’Italia ci sia un ricatto della Germania.

Dunque, stando a quanto spiegato da Chiara Giannini su IlGiornale, l’apertura di Di Maio e Conte nasconderebbe proprio la pressione dell’Europa e la condizione imposta dalla Germania: se accettate una quota di migranti, noi partecipiamo alla ripartizione.

Intanto la tensione sale, come si evince da un tweet della Sea Watch che scrive di alcuni migranti che si rifiutano di mangiare.

Salvini, però, ribadisce la sua posizione a riguardo: “Aspettiamo risposte da Germania, Olanda e Malta. Possono farmi tutti gli appelli che vogliono, ma io non cambio idea, che si parli di 1 o di 15 o di 150 o di 1500″.

Poi Salvini conclude: “Sono stufo di essere tenuto sotto scacco da parte di alcune associazioni che se ne fregano delle regole. Non sono complice di trafficanti di essere umani e di ong private che non rispettano le regole. Uno, dieci o cento migranti che sbarcano non cambia così non si fa capire ai trafficanti che l’Italia per loro non è un punto di approdo”.

Cosa ne pensi? Sei d’accordo oppure no con Salvini?

Fonte: IlGiornale

Foto credit: IlGiornale