Tutto da ridere: Ecco come il Leghista smonta le balle sulle Pensioni pagateci dai Clandestini!

Vi ricordate della storia delle pensioni pagate dai migranti?
Vi ricordate per esempio delle Parole del Presidente INPS Boeri, per lui l’Italia ha necessità di migranti per il sistema pensionistico.

Egli insisteva dicendo che “gli italiani sottostimano la quota di popolazione sopra i 65 anni e sovrastimano quella di immigrati e di persone con meno di 14 anni. Non sono solo pregiudizi. Si tratta di vera e propria disinformazione”.

E che la storia “ci insegna che quando si pongono forti restrizioni all’immigrazione regolare, aumenta l’immigrazione clandestina e viceversa: in genere, a fronte di una riduzione del 10% dell’immigrazione regolare, quella illegale aumenta dal 3 al 5%”.

Ora c’è chi è pronto a smontare tutto ciò.

Su il Populista infatti leggiamo che:

Il leghista Grimoldi: “Com’era quella favoletta dell’immigrato che…?”
“Come era quella storiella di Boeri per cui se calano gli arrivi degli immigrati non abbiamo i soldi per pagare le pensioni?”

“Come era quella favoletta della sinistra e della Boldrini per cui gli immigrati erano delle risorse? O l’altra storiella di Boeri per cui se calano gli arrivi degli immigrati non abbiamo i soldi per pagare le pensioni?”.

“l PD, Leu, la Boldrini, Boeri, vadano a vedersi i numeri diffusi dal ministro degli Interno, Matteo Salvini: nell’ultima settimana su 528 persone arrestate ben 285 sono immigrati e su 2478 persone denunciate ben 1.300 sono immigrati, a conferma del teorema più immigrazione e più delinquenza. Per la sinistra però sono risorse, come quelli che ad Avezzano hanno violentato una 16enne…”. Così in una nota l’onorevole del Carroccio Paolo Grimoldi, segretario della Lega Lombarda.

Che ne pensate?
Per voi chi ha ragione?

Foto Credits: L43