Roma invasa dai rifiuti e la Raggi invita i cittadini a ripulire le strade.

Il sindaco di Roma interviene sulla questione rifiuti, solo che la soluzione non è piaciuta ai romani.

In calendario una delibera prevista per l’8 Gennaio, in cui l’ amministrazione e la gestione rifiuti vede spostare l’attenzione sui cittadini romani. Che non saranno affatto felici.

Leggiamo Il Giornale:

Come riportato da Repubblica, secondo la proposta del Movimento 5 Stelle, “il regolamento disciplinerà il sistema di gestione dei rifiuti urbani e potrà definire anche alcune forme di prevenzione e riduzione dei rifiuti,

quali il compostaggio domestico e di comunità, i centri del riuso, la disciplina per la gestione sostenibile dei rifiuti prodotti dagli eventi net territorio del comune di Roma Capitale (Ecofeste) e la riduzione degli imballaggi in plastica“.

E infine, “coinvolgere i frontisti (le utenze a fronte strada, ndr) siano essi utenze domestiche che non domestiche, nelle attività di spazzamento del fronte stradale antistante, fino alla congiunzione con la sede stradale, per agevolare le successive operazioni“.

Un’ idea quasi assurda. Soprattutto vederla mettere in atto. Intanto, il problema rifiuti è stato provocato dal Comune e non dai romani. Come finirà questa storia?

Fonte: ilgiornale

Foto: affariitaliani