Tajani appoggia Salvini: “Le norme non possono essere violate.” E così Forza Italia da braccio forte al governo.

Tajani con tutto il team di Forza Italia intervengono contro i dem di sinistra che stanno alzando un polverone contro la Legge Salvini.

Quello che sta suscitando la sinistra non ha motivo di esistere. La loro guerra è contro un decreto ormai legge e questo non può essere violato.

Leggiamo cosa riporta Il Giornale:

È Antonio Tajani a prendere posizione nel tardo pomeriggio, ma la sensibilità e l’attenzione verso un tema legato all’identità del centrodestra era già emersa attraverso molte dichiarazioni di esponenti azzurri, consapevoli che le prese di posizione di Leoluca Orlando e Luigi de Magistris regalano l’agenda politica alla Lega.

«La posizione presa da alcuni sindaci italiani di non voler applicare il decreto sicurezza è sbagliata e priva di fondamento giuridico. Paradossale che iniziative contro la Carta Costituzionale vengano promosse da chi si è mostrato paladino della Costituzione per anni, evidentemente solo a parole»

scrivono in una nota congiunta Alessandro Cattaneo, Annagrazia Calabria, Matteo Perego e Giorgio Silli, ovvero il gruppo dei trenta-quarantenni azzurri sempre più attivi nel far sentire la propria voce.

Un passo fondamentale che conferma la vicinanza di Forza Italia al suo partito leghista, alleato del centrodestra. E non solo, l’occasione è stata presa al volo dal partito tricolore per mettere a fuoco un problema del reddito di cittadinanza.

Secondo il programma di FI, infatti, i migranti non hanno diritto ad alcun sussidio in quanto non hanno mai versato una tassa….ragion per cui il reddito di Di Maio non dovrebbe essere applicato a tutti.

Fonte: ilgiornale

Foto: bergamonews