Salvini blocca Di Maio: ” Il taglio stipendi ai parlamentari non è una priorità…”

Le parole di Salvini arrivano chiare e pubbliche. Di Maio va avanti con il taglio dei parlamentari, ma il leghista frena.

E mentre Di Maio e Di Battista godono delle feste insieme ricucendo l’unità dei Cinque Stelle ecco che arriva la frenata di Salvini sul taglio degli stipendi ai parlamentari.

Leggiamo i dettagli su Il Giornale:

Per tentare la risalita, Dibba e Luigino hanno pensato di annunciare il taglio allo stipendio dei parlamentari, vecchio cavallo di battaglia degli eredi di Beppe Grillo. Bene. Peccato che per mettere in pratica le promesse occorra anche l’appoggio dell’alleato leghista. 

Matteo Salvini però ieri ha fatto sapere al vicepremier grillino che non considera la battaglia contro i benefit di onorevoli e senatori una “priorità”.

“Giusto tagliare sprechi e spese inutili, è nel contratto di governo e lo faremo. Ma per la Lega le priorità degli Italiani sono cose anche più concrete – ha detto il ministro dell’Interno – avanti con il taglio delle tasse, estensione della Flat Tax e della pace fiscale, taglio della burocrazia e revisione del Codice degli Appalti, cancellazione definitiva della legge Fornero, approvazione dell’Autonomia e finalmente una legge nuova che garantisca il diritto alla legittima difesa”. Di Maio e Dibba sono avvisati.

Che il governo non sia unite su alcune tematiche è chiaro ormai a tutti. Il leghista, che sembra il favorito dagli italiani, ora deve fare i conti con la coppia Dibba Di Maio che sono ritornati all’attacco per riprendersi il favore del popolo italiano.

Riusciranno i nostri eroi nell’Impresa?

Fonte: ilgiornale

Foto: tpi