La sfida a Salvini. Da Palermo fanno sapere che il Dl Salvini è stato sospeso. Ora è panico.

Il Sindaco di Palermo fa sapere al vicepremier Salvini che non ha intenzione di seguire il protocollo del DL Sicurezza e Migranti.

Leoluca Orlando ha fatto sapere che non ha alcuna intenzione di seguire la legge Salvini, soprattutto per la questione stranieri, che secondo il primo cittadino potrebbero subire effetti negativi.

Leggiamo da Il Giornale:

Come riportato da “LiveSicilia”, Orlando ha inviato una richiesta formale al responsabile della sezione Anagrafe per avere un chiarimento sui “profili giuridici anagrafici” che risulteranno dall’applicazione della legge.

Nell’attesa dei risultati, tuttavia, ha disposto la sospensione“per gli stranieri eventualmente coinvolti dalla controversa applicazione della legge, di qualunque procedura che possa intaccare i diritti fondamentali della persona. Con particolare, ma non esclusivo, riferimento alle procedure di iscrizione della residenza anagrafica”.

Su numerosi aspetti del Decreto la figura istituzionale del sindaco non ha voce in capitolo, ecco perché Orlando, per mettere in piedi la sua “disobbedienza”, sta cercando di sondare il terreno più prossimo alle sue funzioni, come le competenze, appunto, in materia di anagrafe da parte degli enti locali.

Uno scontro mediatico senza fine quello tra Orlando e Salvini. Nonostante la distanza i due continuano a farsi guerra. Anche se il dl Salvini è ormai legge, c’è chi continua a battersi per non vedere applicata la legge su i suoi territori.

Chi vincerà la sfida?

Fonte: ilgiornale

Foto: ilfattoquotidiano