Sallusti durissimo contro Salvini: “Si crede superiore. Ci ha tradito. Gli do io un voto”.

Alessandro Sallusti va giù durissimo contro il Ministro degli Interni, Matteo Salvini. Non condivide il voto che quest’ultimo ha dato alla manovra.

E da qui parte il direttore per fare il suo affronto al leghista. Un bel sette, così Salvini vota la manovra. Per il direttore quel sette è da riferire ai “vizi capitali”. E lo spiega così.

“Il primo dei sette vizi è la superbia, quella con cui Salvini e Di Maio, convinti della propria superiorità, hanno ostentato disprezzo verso gli altri e con altezzoso distacco tradito buona parte degli impegni con i loro elettori”.

Dunque, il direttore continua: “Il secondo vizio è l’avarizia nella sua antica accezione, cioè il bisogno sfrenato di ottenere sempre di più (più voti, più seguaci sui social, più fama) senza curarsi delle conseguenze.

Ci sono pure la lussuria (tenere in piedi il governo solo per puro attaccamento ai piaceri del potere); l’invidia – qui il passaggio più pesante del commento del direttore -, cioè punire chi, dai pensionati benestanti agli imprenditori, nella vita a differenza loro ha conseguito successi e in alcuni casi ricchezza;

l’ira, contro i loro critici che vorrebbero zittire e punire economicamente (i tagli all’editoria questo sono); la gola, nel senso di ingordigia e bulimia mediatica; infine l’ accidia, cioè l’ indolenza nell’ affrontare e risolvere i problemi della maggior parte degli italiani”. Ecco servito il “sette” di Sallusti, ben diverso dal voto che Salvini, di fatto, si è dato da solo.

Voi, invece cosa ne pensate di questa manovra? Saremo lieti di conoscere il vostro parere.

Fonte: Libero

Foto credit: liberoquotidiano