La vicenda shock di questo rom. Compra una ragazza per 3000 euro e la costringe a tutto. I dettagli.

Brutta fine per un uomo di nazionalità romena, arrestato dalla polizia di Roma del commissariato Viminale per favoreggiamento e sfruttamento della prostituzione.

L’uomo aveva “comprato” una giovane donna per 3.200 euro costringendola a finire nella rete della prostituzione. Come? Ecco i dettagli shock.

Come scrive Il Messaggero, “il suo incubo, come ha raccontato agli investigatori, è iniziato nell’ottobre scorso quando, un uomo conosciuto su Facebook, somministrandole una sostanza soporifera in una bevanda e portandola in Italia contro la sua volontà, l’ha avviata alla prostituzione.

Dopo 10 giorni, l’uomo, originario della Romania ha deciso poi di venderla per 3.200 euro ad un suo connazionale”. Per la 34enne romena, l’incubo è continuato. Questa volta , a controllarla c’era sempre il romeno più un’altra prostituta che condivideva con lei una casa nel quartiere di Centocelle.

Quando la sua aguzzina si è allontana da casa, la ragazza ha trovato la forza di chiamare la polizia. Gli agenti del commissariato e della Polizia di Frontiera Area di Fiumicino hanno fermato l’aguzzina mentre stava prendendo il volo per la Romania.

Con ordinanza di custodia cautelare, è stato poi arrestato anche il carnefice. La brutta storia ha avuto fine.

Di storie purtroppo ce ne sono tante. Ma si sta cercando con la collaborazione del governo e il lavoro delle forze dell’ordine di smantellare la fitta rete.

Il lavoro è tanto, ma è possibile!

Fonte: Il Giornale

Foto credit: secoloditalia