A Roma accade qualcosa di molto grave. Un rituale tribale dei migranti e un povero bimbo ucciso

A Roma va di scena di nuovo la pazzia dei migranti.
Una circoncisione rituale uccide un bambino, mentre un altro ora è grave.
Ecco come è la situazione.

Su il Populista leggiamo che:

Roma, circoncisione rituale: muore bimbo nigeriano, un altro è grave
Quando le condizioni sono apparse gravi è scattato l’allarme. Per uno dei due bimbi però non c’è stato nulla da fare perché aveva già perso molto sangue

Un bambino è morto e un altro è ricoverato in gravi condizioni in ospedale dopo essere stati sottoposti ad una circoncisione rituale in casa. E’ accaduto a Monterotondo, vicino a Roma. Il bambino morto e l’altro ricoverato sono di origine nigeriana. Sulla vicenda indaga la polizia.

A praticare l’operazione un sedicente medico che ora viene ascoltato dagli investigatori. Secondo una prima ricostruzione la pratica è stata eseguita prima su un bimbo e poi sull’altro: quando le condizioni dei due sono apparse gravi è scattato l’allarme ed è stato allertato il 118. Per uno dei due bimbi però non c’è stato nulla da fare perché aveva già perso molto sangue.

Una situazione raccapricciante.
Speriamo che almeno per l’altro bimbo le cose si metteranno meglio.
Vi aggiorneremo.

Che cosa ne pensate?
Diteci la vostra!
Grazie.

Foto Credits: Il Populista