Boicottate i presepi per rispetto dei poveri: la bomba del prete e la protesta degli italiani.

Il Natale, oltre alla gioia delle feste, porta con sè fiumi di polemiche.

Proteste che si accendono contro i simboli religiosi nelle classi e contro la parola Gesù nei cori e nelle recite natalizie.

Pur di non offendere altre culture e religioni, molti esponenti di sinistra sarebbero disposti a rinunciare alla nostra tradizione.

Stupisce, però, che anche degli uomini di chiesa abbiano preso parte alla battaglia dell’abolizione del Natale e dei suoi riti dalle nostre scuole e piazze.

Stiamo parlando di un noto prete pro migranti del Padovano che suggerisce:

«Quest’anno non fare il presepio credo sia il più evangelico dei segni. Non farlo per rispetto del Vangelo e dei suoi valori, non farlo per rispetto dei poveri…».

Dopo il suo consiglio/appello su Facebook, però, molti hanno reagito male all’idea di boicottare il presepe.

Così sul web è nata davvero una crociata in sostegno del Natale e di tutte le sue forme.

Cosa ne pensi?

Fonte: SecolodItalia

Foto credit: SecolodItalia