“Ecco cosa fa veramente Bergoglio”. L’ultima terribile verità di Socci su islam e migranti.

I cristiani del Medio Oriente perseguitati hanno chi li difende. Non il Papa in Vaticano, ma Trump alla Casa Bianca.

Il presidente degli Stati Uniti ha firmato l’Iraq and Syria Genocide Relief and Accountability Act (HR390), una legge che riconosce il «genocidio» da parte di gruppi Jihadisti ai danni di cristiani e yazidi.

È una legge che obbliga formalmente il governo americano ad andare in soccorso di queste popolazioni anche con progetti umanitari che difendano le minoranze religiose e stabilizzino quelle aree. Inoltre tale legge permette all’ amministrazione Usa di intervenire contro i persecutori, per dare la caccia ai terroristi che si macchiano dei crimini più efferati.

Ma il Vaticano di papa Bergoglio, in tutto questo non c’è denuncia Antonio Socci. Anzi, si dilegua in un gelido silenzio.

“Il cinismo del Vaticano bergogliano nei confronti dei cristiani perseguitati si è reso evidente in una recente dichiarazione del Segretario di Stato di Bergoglio, il cardinale Parolin, una dichiarazione che ha dell’incredibile.

Come riporta l’ agenzia dei vescovi italiani, Sir, Parolin è stato interpellato sulla tragedia di Asia Bibi, la donna pakistana, madre di cinque figli, che, per la sua fede cattolica, era stata accusata falsamente di blasfemia.

Asia ha sopportato quasi dieci anni di carcere durissimo, rifiutando di convertirsi all’ Islam, è stata condannata a morte in due gradi di giudizio e infine è stata assolta dalla Corte Suprema del Pakistan.

Com’ è noto la donna e la sua famiglia ora vivono braccati dai fanatici e suo marito ha chiesto asilo politico in diversi Paesi. La famiglia è poverissima ed è ad altissimo rischio in Pakistan.

Ebbene Parolin, il numero 2 della Chiesa di Bergoglio, interrogato su questo caso, che ha commosso e indignato il mondo intero, ha dichiarato che attualmente non c’ è nessuna attività diplomatica della Santa Sede per Asia Bibi e la sua famiglia. Poi ha testualmente aggiunto: «È una questione interna al Pakistan, spero possa risolversi nel migliore dei modi».

A questo, poi, si aggiunge un fatto che forse sfugge a tanti. E cioè che il Vaticano è l’ unico Stato che non ha accolto e non accoglie nessun migrante e nessun profugo.

Eppure è proprio lì che si fanno prediche agli altri sul dovere dell’ accoglienza. E Socci conclude: “Si ha la netta sensazione che a questo Vaticano importi assai poco pure dei migranti, ma li usa ideologicamente secondo l’ Agenda Obama che poi è l’ Agenda Onu.

Nella stessa direzione del Global compact for migration”che produrrebbe una destabilizzazione globale, colpendo le identità dei popoli.

Per l’ Italia, per l’ Occidente e per la Chiesa le posizioni di Bergoglio sono devastanti. Anche sul Global Compact – come sui cristiani perseguitati – meno male che c’ è Trump”.

Fonte: Libero

Foto credit: lacnews24