3 rom colti in flagrante. Ma arriva la giustizia super-veloce per loro. Ieri ladri, oggi subito espulsi.

Tre giovani cittadini romeni sono stati colti in flagrante dalla polizia a rubare in una villa sulle pendici dei colli bolognesi,ma la svolta per loro arriva solo dopo poche ore.

I fatti, secondo il quotidiano Bologna Today, si sono svolti ieri sera quando i proprietari della villa stavano rientrando in casa quando hanno sentito dei rumori provenire dal piano terra e cercando di capire cosa stesse succedendo sbirciando all’interno della casa con la torcia del cellulare, hanno visto i tre ladri, che ovviamente messi in allerta si sono dati alla fuga.

Subito è stata chiamata la polizia che ci ha messo poco tempo per individuare i tre soggetti responsabili nelle vicinanze, con gli indumenti sporchi di terra e fango visto che nella fuga erano passati per il giardino sporcandosi.

Sul posto è arrivata anche la Scientifica che ha isolato alcune impronte su una finestra che i tre avevano forzato per introdursi all’interno dell’abitazione, ed erano riconducibili ad uno dei tre, un diciottenne, già noto alle forze dell’ordine perchè destinatario di un’ordinanza di custodia cautelare per alcuni furti messi a segno a Bologna nel mese di luglio, in via Siepelunga.

I tre rom, rispettivamente di 18,19 e 20 anni, oggi sono stati processati. La fine? Revoca del permesso di soggiorno.

Tra l”altro dopo opportune indagini si è scoperto che due erano già irregolari sul territorio italiano. Quindi, rimpatrio di gruppo per i tre delinquenti.

In questo caso la giustizia ha funzionato.

Fonte: Il Giornale

Foto credit: ilgiornale