Pamela Andarson per la sinistra globale. Megafono pronto per contrastare Matteo Salvini.

La bellissima di Baywatch ora fa la portavoce a nome di tutta la sinistra del globo. Pronta campagna contro Salvini.

Tutto ha avuto inizio quando i suoi post di Twitter contro le idee leghiste sono diventati virali. Sì, sembra che l’attrice non abbiaper so tempo per difendere i diritti umani.

Leggiamo Il Giornale:

Leggendo per intero l’intervista rilasciata al quotidiano, apprendiamo che la modella di origini canadesi confida nell’Internazionale progressista. Quella di Bernie Sanders e Ada Colau. Il socialista americano non è noto per essere un difensore dello status quo, ma non si può neppure asserire che il senatore del Vermont rappresenti istanze troppo distanti da quelle di Hillary Clinton.

L’opposizione ai leader populisti, semplificando, potrebbe passare pure dalla squadra di bagnini capitanata da Mitch Buchannon. Del resto, “cercare di risolvere la crisi impedendo alle organizzazioni umanitarie di lavorare o costruendo muri – secondo la visione dell’attrice canadese – non è la soluzione giusta”.

Non è la prima volta che la grande alleanza democratica, quella costruita per sbarrare la strada a Donald Trump e ai suoi simili, arriva a coinvolgere le grandi star di Hollywood. 

Detto fatto. Ora anche l’Italia contrastata oltreoceano dagli attivisti buonisti della sinistra.

Fonte: ilgiornale

Foto: agi