Il partito di Renzi fa una fine ridicola. La sentenza dei sondaggisti è terribile. A casa per sempre?

Per Renzi e il Partito Democratico i sondaggi non fanno ben sperare.

L’ipotesi molto forte che l’ex premier si stacchi dal partito per fondarne uno suo provocherebbe davvero “sfracelli e con ogni probabilità andrebbe tutto a vantaggio della Lega e del M5s”.

I maggiori istituti demoscopici italiani hanno fornito le loro rilevazioni a Repubblica e la prospettiva meno catastrofica la fornisce Emg Acqua, che attribuisce a Renzi il 12%.

Quella più bassa, invece, oscilla tra il 5 e il 6% di Roberto Weber di Ixè, che gli assegna dei voti provenienti dal Pd.

Nicola Piepoli dice invece di non aver “testato il partito di Renzi, perchè inattuale. In ogni caso, a voler far numeri diciamo che potrebbe valere il 2%”.

Noto conferma la terribile situazione, ancora ipotetica, così:

“Diciamo che a conti fatti, il partito di Renzi servirebbe più che altro a “sgonfiare il Pd, delegittimando implicitamente anche le primarie”.

Fonte: Libero

Foto credit: Libero