Attimi di terrore: migrante, per giunta irregolare, entra in un auto e tenta il grosso. I dettagli shock.

Quanto ha ragione il Ministro Matteo Salvini. Ennesimo episodio di violenza accaduto a San Benedetto, comune in provincia di Ascoli Piceno. Protagonista un migrante presente sul nostro territorio e per giunta irregolare.

Lo straniero che si trovava in strada, forse in attesa di una “preda”, aveva adocchiato la vettura scorgendo una donna che viaggiava da sola.

Ritenendo, probabilmente, che la potenziale vittima non sarebbe stata in grado di difendersi, l’uomo si è improvvisamente gettato in mezzo alla carreggiata assaltando la vettura ferma in attesa del verde.

Con un gesto fulmineo, l’extracomunitario ha aperto la portiera e si è impossessato di una borsa lasciata sul sedile. Inaspettatamente, però, la donna ha provato a fermare il malvivente che, senza bottino, è scappato.

La vittima ha chiamato i carabinieri che, giunti sul posto, sono riusciti subito a rintracciare il senegalese e lo hanno arrestato.

I controlli hanno permesso di indentificare l’uomo: si tratta di un immigrato di 47 anni, irregolare sul territorio nazionale e con alcuni precedentiper rapina e resistenza a Pubblico Ufficiale. Su di lui, inoltre, pendeva anche un decreto di espulsione emesso nel 2016.

Ma, grazie al lavoro ben svolto dagli inquirenti, la brutta vicenda, ha avuto una fine. Quanti italiani dovranno essere ancora vittime di tali violenze? I buonisti cosa dicono?

Fonte: Il Giornale

Foto credit: agrigento.gds