Crociata di Kyenge contro Salvini: “abrogheremo il dl così…” ci prova davvero. Può riuscirci seriamente ?

Cècile Kyenge torna a scagliarsi contro Salvini, prendendo di mira il suo Dl sicurezza.

La Pressa ha riportato le sue forti dichiarazioni, ricche di terribili sospetti e presagi:

“Lo diciamo da tempo, ma i primi giorni di applicazione del decreto Salvini mostrano già risultati pericolosi per tutti. Quello voluto dal ministro degli Interni e votato da Lega e M5S è un decreto “insicurezza”. L’impoverimento del sistema SPRAR voluto da Matteo Salvini ha già causato alcuni effetti disastrosi.”.

Con tono apocalittico Kyenge mette in guardia così:

“Stiamo parlando di centinaia di uomini, donne, ragazzi, bambine e bambini che fino a ieri erano legittimamente accolti in Italia. E che ora finiscono per strada, senza un tetto, senza un letto, senza un progetto di inserimento nel tessuto sociale italiano. A Salvini voglio chiedere: che fine faranno ora queste persone?”

E’ probabile che l’ex ministro per l’integrazione arrivi ad appoggiare l’idea del Pd di proporre un referendum abrogativo che possa affossare il decreto Salvini.

“Penso sia necessario e urgente raccogliere le firme e istituire un referendum che cancelli questa legge pericolosa per tutti.”

Lodando l’operato del governo precedente, tuona:

“Non possiamo permettere che in nome della propaganda xenofoba questo Governo da una parte spinga le persone verso l’illegalità e dall’altra tenti di demolire tutti i numerosi percorsi di integrazione e inclusione sociale che l’Italia e i suoi enti locali hanno saputo costruire in questi anni, spesso con ottimi risultati. Dobbiamo invece tutelarli, per tutelare la sicurezza delle persone coinvolte, i loro diritti e il loro futuro. È ora di lottare uniti, con gli strumenti della democrazia, per la sicurezza di tutti!”.

Fonte: IlGiornale

Foto credit: IlGiornale