Rom gli occupano casa e il Comune paga l’affitto. L’Italiano costretto a stare in garage. Shock!

Un altro italiano è la vittima di una storia surreale che, purtroppo, in Italia sembra essere la normalità.

Dopo aver affidato la sua casa ad Anzola dell’Emila al Comune affinchè la affittasse, una famiglia di romeni l’ha occupata abusivamente.

Ora, quindi, il senzatetto è lui. Costretto a vivere in un garage minuscolo e senza riscaldamenti

Juri comprò casa nel 2018 ma fu costretto a lasciare l’Italia per lavoro e affidò la casa al Comune di Bologna. Inizialmente l’immobile fu affidato ad immigrati e famiglie in difficoltà, poi ad una famiglia di rumeni, che l’ha ridotto in condizioni pietose.

E’ lo stesso Juri a raccontare i dettagli al Resto del Carlino: “basti dire che il preventivo per sistemarlo supera i 36mila euro”. Quello che non si deve riparare è stato, invece, rubato.

Dopo qualche rata pagata dai romeni, poi ci ha pensato il Comune a farlo, fino a quando ha dato il via allo sfratto esecutivo dell’immobile.

Ma…non appena la prima famiglia ha consegnato le chiavi, immediatamente ne è subentrata un’altra (con lo stesso cognome) che per occupare l’alloggio ha “sfondato una finestra” e “cambiato le serrature”.

Le conseguenze? Malini paga il mutuo ma non può rientrare in casa sua, poichè nè le forze dell’ordine, nè il Comune riescono a liberargli casa.

La situazione per Juri è piuttosto drammatica: “Chi ha scassinato l’ingresso e occupato la mia casa ha più diritti di me.Io dormo in un garage e loro dormono nella mia casa. E il Comune paga il loro affitto”.

Cosa ne pensi?

Fonte: IlGiornale

Foto credit: bergamonews