Campo rom sgomberato. Ma peseranno sulle spalle degli italiani 55mila euro in Hotel. Pazzesco.

Accade a Gallarate. Un campo rom messo fuori servizio dal sindaco. Ora però pretendono l’Hotel e soldi.

Una vicenda assurda. Il sindaco avrebbe promesso la ruspa ma anche un pagamento di alloggio per i sinti mandati via senza abitazione.

Oggi, quindi, bisogna fare i conti con la promessa. E i rom pretendono anche il pagamento della “cena”.

Leggiamo Il Giornale:

A seguire la vicenda gallaratese, infatti, ci sono avvocati e associazioni dei rom. Lo scorso primo dicembre si è svolta anche una riunione in prefettura per capire come alloggiare i nomadi ora che le loro case (abusive) non ci sono più. E così alla fine si è deciso di ospitare per 30 giorni i sinti in un albergo a Somma Lombardo.

Hanno aderito 69 sinti (circa il 75% del totale degli abitanti del campo), che ora se ne staranno per un mese in hotel a spese della collettività. Il prezzo? 55mila euro, riporta La Verità, ovvero 2mila euro al giorno per il Grand hotel Milano Malpensa.

“Il rappresentante dell’Associazione Nazione Rom – ha spiegato nei giorni scorsi il sindaco – ci ha illustrato i fondi europei che sarebbero a disposizione, valuteremo e poi faremo sapere, ma sia ben chiaro che lo sgombero va avanti”.

Una spesa non indifferente per il Comune, che dovrebbe pagare vitto e alloggio. Come se ne uscirà il primo cittadino di Gallarate?

Fonte: ilgiornale

Foto: tgcom24