Feltri all’attacco su Boeri: “per lui prima i migranti. Se ne fot***e degli italiani. Vi dico perchè”.

IVittorio Feltri nel suo editoriale si scagli senza freni contro l’Inps, definendolo il peggior ente italiano.

In quanto sostiene gli immigrati ma trascura gli italiani, specialmente i vecchi, infischiandosene del fatto che muoiano di stenti, siano malnutriti e spesso tremino per il freddo.

I soldi versati dai lavoratori sotto forma di contributi e quelli degli imprenditori che integrano le entrate della Previdenza non vengono utilizzati per i pensionati, ma investiti allo scopo di alleviare le difficoltà degli stranieri.

Paghiamo gli oneri dei ricongiungimenti, cioè accettiamo che i familiari degli extracomunitari giungano nel nostro Paese altresì garantendo loro assegni sociali che essi poi riscuoteranno tramite delega ai congiunti e dissiperanno nella nazione di provenienza, dove con qualche centinaio di euro si campa alla grande, per esempio in Perù, in Cile e in genere in Sudamerica.

In pratica spendiamo una fortuna, che incide notevolmente sul debito pubblico, al fine di soccorrere chi ci invade, e non ci rimane un quattrino per andare incontro alle esigenze vitali dei concittadini sfortunati e privi di risorse bastevoli per uscire dal disagio.

Poi Feltri dichiara: “Queste purtroppo non sono opinioni: si tratta della fotografia realistica di quanto avviene nella penisola.

Ecco perché protestiamo: non pretendiamo che gli italiani siano privilegiati, ma preferiremmo che non fossero penalizzati.

I denari che abbiamo affidato alla Previdenza sociale servano principalmente a sostenere i nostri nonni, gli altri si arrangino come noi ci siamo sempre arrangiati. Senza mendicare”.

Prima gli italiani. E’ qualcosa che Salvini sta cercando di attuare. Ma c’è qualcuno che ancora non lo comprende.

Fonte: libero

Foto credit: tpi