Ministro Bussetti si schiera apertamente: “Crocefisso nelle Scuole non si tocca.”

Il simbolo della fede cristiana, come fondamento del Paese Italia, va rispettato e pertanto non va assolutamente toccato.

E’ stato il ministro dell’istruzione a pretendere quanto affermato dai media. Il crocefisso è un bene di nostra appartenenza e pertanto non deve essere rimosso dalle scuole.

Vediamo i dettagli su Il Giornale:

A margine di un’iniziativa promossa dalla Lega Giovani a Milano, il ministro ha dichiarato che il crocifisso “è un segno che secondo me è giusto che sia nelle aule scolastiche“. Il titolare del dicastero dell’Istruzione ha confermato quindi la sua idea sul rispetto delle tradizioni cristiane nelle istituzioni scolastiche.

parlando della proposta di legge voluta dalla Lega per rendere il simbolo cristiano obbligatorio in tutti gli istituti scolastici, il ministro ha detto: “Io credo che sia il simbolo del nostro cristianesimo e della nostra religione cattolica“.

Bussetti ha poi raccontato sempre a riguardo, un aneddoto personale, cioè di avere la croce nel suo stesso ufficio: “Io ce l’ho, l’ho voluto appena entrato“.

Alla questione del crocefisso come simbolo della fede cristiana, si è aggiunto quello del Natale. Secondo Bussetti il Natale va festeggiato e senza alcun dubbio!

Fonte: ilgiornale

Foto: ilsussidiario