“Migranti, scelta pericolosa.” In Parlamento Giorgia Meloni NO categorico contro il Global Compact del governo.

La portavoce del movimento di centrodestra di Fratelli d’Italia si scaglia ferocemente con la possibile scelta del Global Compact.

In aula momenti di agitazione. Tutti in piedi con Meloni per contrastare il Global Compact.

I dettagli su Il Giornale:

Il Global Compact, spiega Meloni in Aula, sarebbe “una decisione gravissima“. Il documento, spiega Meloni, “stabilisce il diritto fondamentale di ciascun individuo a emigrare o a essere immigrato, indipendentemente dalle regioni che lo portano a muoversi“.

Per la leader di FdI un pericolo, poiché “in futuro non ci sarà solo un diritto che riconosce lo status di rifugiato, ma anche quello di essere un migrante cdhe scappa dalla fame, un individuo che scappa dal caldo o semplicemente uno che si vuole muovere da un posto all’altro“.

La decisione del governo, a detta della leader del partito di destra, è molto deludente. “Se l’Italia firma l’accordo – ha concluso Meloni – non potrà più opporsi al flusso migratorio, perché gli verrà impedito dalle istituzioni sovranazionali. Questa è la ragione per la quale hanno già detto diverse nazioni che hanno deciso di difendere i propri confini. Hanno detto di no gli Stati Uniti, l’Austria, l’Ungheria, l’Australia, la Polonia e adesso ha detto di no la Svizzera“.

Davanti al rifiuto di grandi potenze come quelle citate da Meloni è il caso di farsi delle domande. Quanti problemi ci sarebbero in un accordo così rischioso?

In attesa del 10 dicembre il Paese deve conoscere la verità!

Fonte: ilgiornale

Foto: youtube