Scabbia, tubercolosi e aids: la bomba sanitaria dei migranti sbarcati in Italia. Dati shock.

Nel 2017 sono sbarcati oltre 14mila immigrati irregolari che avevano la scabbia, una malattia molto pericolosa provocata da un parassita.

Dal 2015 gli infetti hanno toccato cime altissime. Negli anni di boom delle Ong sono stati 43.787.

In seguito all’ordinanza di sequestro della nave Aquarius, è stato scoperto che Medici senza frontiere ne ha portato anche altri con meningite, tubercolosi, Aids e sifilide.

Nell’ordinanza della Procura di Carania sull’inchiesta Bordless, sono stati evidenziati “numerosi e documentati casi di malattie registrate dai vari Uffici di Sanità Marittima siciliani e del Sud-Italia intervenuti al momento dell’arrivo dei migranti nei porti italiani”.

Circa la tubercolosi, invece, gli stranieri sono oltre il 60% dei casi totali con un tasso 10 volte maggiore rispetto ai nati in Italia.

Anche per l’Aids la comunità “straniera residente in Italia risulta avere un’incidenza dell’infezione di quasi quattro volte superiore alla popolazione italiana”.

Lo riferiscono dati ufficiali.

Non bisogna scatenare inutili allarmismi, ma “i migranti pongono una questione di sanità pubblica ineludibile” ha dichiarato Francesco Blasi, presidente del centro studi della Società italiana di pneumologia.

Fonte: IlGiornale

Foto credit: IlGiornale