Vergogna Boldrini. Prima ci ha mangiato e ora ci sputa sopra. Cosa ha detto del partito. Ma trova già dove andare.

Laura Boldrini non perde tempo per dichiarare l’ultima sciocchezza del secolo. E lo fa spuntando, come si suol dire, nel piatto in cui ha mangiato.

Il partito Liberi e Uguali si è sciolto come neve al sole, e guardate cosa dice l’ex presidente della Camera.

Intervistata da Fanpage, l’ex presidenta della Camera si è affrettata a prendere le distanze dal partito guidato, più o meno, da Pietro Grasso, dicendo sostanzialmente che la morte di quel partito era ampiamente prevedibile:

“Era un progetto senza futuro per questo subito e in totale trasparenza alla prima assemblea nazionale dissi che non credevo nel processo costituente del partito LeU”.

Grazie a LeU la Boldrini ha ottenuto un posto in Parlamento, non proprio un risultato scontato visto che a poche settimane dalla campagna elettorale non c’era la fila di partiti dietro la sua porta che le offrissero un posto da candidata.

Ora che quel progetto si è dimostrato inconcludente, la Boldrini cerca “casa”: “E adesso continuerò, come ho sempre fatto, a lavorare per un’area progressista aperta a ciò che si muove nella società civile e unitaria, perché le elezioni Europee sono vicine e troppo importanti per andare alla spicciolata”.

Sempre la solita tiritera!

Fonte: Libero

Foto credit: liberoquotidiano