Tunisina prova a dare le colpe a Salvini per la cittadinanza, ma il leghista zittisce lei e la sinistra cosi.

La giovane tunisina Refka Znaidi aveva fatto discutere per una sua lettera inviata al ministro dell’Interno.

Sul Corriere denunciava di non poter ottenere la cittadinanza italiana a causa del nuovo decreto Sicurezza.

La Znaidi lamentava di aver aspettato 2 anni e 5 mesi dalla presentazione della domanda di cittadinanza.

“mancava davvero poco per diventare italiana e continuare il mio percorso di studi. Ora dovrò aspettare ancora 1 anno e 7 mesi e non potrò partecipare a nessun concorso, tantomeno a quello che sogno da sempre: diventare funzionario della Farnesina”.

L’allusione era ad una possibile discriminazione di cui sarebbe stata vittima, ma la replica dell’inquilino del Viminale ha messo a tacere le sue polemiche infondate:

“Sono felice di comunicarti l’esatto contrario. L’istanza ha avuto parere positivo: il decreto di concessione della cittadinanza è alla firma del presidente della Repubblica. Ciò dimostra che le tue preoccupazioni erano infondate, esattamente come moltre critiche sollevate nei confronti del mio lavoro”.

Cosa ne pensi?

Fonte: Libero

Foto credit: Libero